AL CINEMA CON ITALO: un meticcio speciale

Amici degli animali andiamo al cinema!

Il prossimo 15 gennaio, uscirà nelle sale italiane il film Italo Barocco, tratto da una storia vera e diretto dalla giovane regista siciliana Alessia Scarso.

Si tratta si uno di quei racconti veri che sembrano favole da narrare ai bambini, ma fanno crescere soprattuto gli adulti, con un protagonista a quattro zampe capace di insegnare parecchio ad un paese intero.

Lasciamoci rubare il cuore da una storia vera sorprendente, scritta e romanzata con passione, che ha commosso intensamente chi l’ha letta, determinando un cast eccezionale con i maggiori attori che la Sicilia vanta in questo momento; tra tutti la star è ovviamente Italo, interpretato dal cane Tomak (della Mp Dog Star romana del famoso addestratore Massimo Perla ed accompagnato sul set dall’addestratrice Carolina Basile) per la prima volta protagonista.

Il 15 marzo 2009, nelle campagne di Scicli, in provincia di Ragusa, un branco di cani randagi ha aggredito un bambino, uccidendolo. Nello stesso periodo arriva un randagio color miele malridotto che crea scompiglio nella piccola città barocca siciliana, riuscendo a far breccia in Meno, solitario ed introverso ragazzino orfano di madre, in rapporto conflittuale con l’affascinante padre, l’indaffarato sindaco interpretato da Marco Bocci. Italo conquista l’affetto dell’intera cittadina fino a diventarne simbolo per la sua incredibile umanità e spiccata socialità: è il beniamino di messe della domenica, feste in piazza, matrimoni e funerali, fino al giorno della sua scomparsa nel 2011

La vita di questo meticcio, talmente speciale da meritare la cittadinanza onoraria, narrata in una commedia romantica e divertente ricca di contenuti importanti quali l’amicizia, il pregiudizio e l’amore incondizionato incorniciati da una Sicilia piena di colori e tradizioni.

Il tenero legame tra un bambino di 10 anni chiuso nel suo mondo ed un cane singolare, al centro di un racconto corale che riguarda anche l’impacciata maestra interpretata da Elena Radonichich, l’esuberante consigliere comunale che beneficia del fascino di Barbara Tabita e gli abitanti dell’intero paese, ai quali prestano il volto Vincenzo Lauretta, Martina Antoci, Matteo Korreshi, Lucia Sardo, Andrea Tidona, Marcello Perracchio, Tuccio Musumeci; mentre la voce narrante è di Leo Gullotta.
L’incontro con il randagio intrecca le vicende dei personaggi , portandoli alla metamorfosi, specialmente Meno che troverà nell’amico a quattro zampe la chiave di volta per crescere.

Ma Italo non apparterrà mai a nessuno: è un dono, il cane di tutti e di nessuno, che amatissimo andrà via lasciando un insegnamento ancor più forte della sua presenza.

“Italo Barocco” fotografa l’immagine di un paese ferito che riesce, superati preconcetti e diffidenze iniziali, ad aprirsi all’altro, pur trattandosi, in questo caso, di un randagio amabile e benevolo.

La pellicola conta già parecchi fan, sedotti nel suo tour in giro per festival, iniziato in Canada lo scorso aprile, spopolando alla 32° edizione dell’International Film Festival for Youth di Vancouver, colpendo gli spettatori per dimensione poetica, musicale e solare di questa storia di Sicilia.
Un film già passato nella sezione Listapadzik del Minsk International Film Festival Listapad in Bielorussia, al Kolkata International Film Festival in India, prima di toccare (anche emozionalmente) molti altri festival, genti e paesi, e arrivare nelle nostre sale, distribuito da Notorious Pictures.

Lasciamoci sedurre e conquistare da questo speciale meticcio eroe!

 

locandinaitalo

ITALO BAROCCO regia di ALESSIA SCARSO
al CINEMA dal 15 GENNAIO 2015

FOTO di: www.cineblog.it

 

Related Posts

Leave A Comment