Tartarughe d’acqua: da Centerzoo la Trachemys SCRIPTA SCRIPTA!

Amate le tartarughe ed avete sempre desiderato averne una? Che sia di terra o d’acqua, venite in negozio da Centerzoo Lariano, in via per Albese n°3 a conoscerle! 🙂

Infatti, da oggi, Centerzoo avrà anche due tipologie di tartaruga acquatica: la SCRIPTA (15 € cadauna) e l’OCADIA SINENSIS (29€ cadauna)!

Oggi parliamo della SCRIPTA…Vediamo di scoprirne le principali caratteristiche insieme!

TRACHEMYS SCRIPTA SCRIPTA

DISTRIBUZIONE E HABITAT
La tartaruga d’acqua SCRIPTA la si trova nel Nord e Sud Carolina,in Virginia, in parte della Georgia e nella zona nord della Florida. Occupa una ampia varietà di habitat umidi, particolarmente soleggiati e caldi: paludi, stagni, fiumi, grandi corsi d’acqua, particolarmente calmi e con anse tranquille, ricchi di vegetazione con tronchi e sassi emersi per esporsi al sole e un fondo particolarmente fangoso per affrontare il letargo durante l’ inverno.

scripta-centerzoo-como3

CARATTERISTICHE COMPORTAMENTALI
Animale strettamente acquatico, passa le ore meno calde della giornata su di un sasso, un tronco emerso o sulle rive per ricevere i benefici dei raggi solari e regolare la propria temperatura corporea, nelle ore centrali della giornata quando le temperature sotto il sole sono elevate preferisce rimanere in acqua. Si alimenta al mattino per poi sfruttare il calore del sole per favorire la digestione del cibo. Con l’abbassarsi delle temperature rallenta il proprio metabolismo finché le condizioni non sono tali da favorirne il letargo: sceglie un luogo poco profondo e fangoso (a volte sulle rive) e vi si interra per poter passare la stagione fredda, risvegliandosi in primavera. Solitamente questo avviene nei luoghi originari da fine novembre fino a marzo.

MANTENIMENTO IN CATTIVITA’
Sono tartarughe che riescono ad adattarsi molto bene sia all’esterno sia all’interno della casa.

ESTERNO – è necessario costruire un laghetto di dimensioni minime 3 x 2 metri e con una profondità di almeno 1 metro con circa 30 cm di fondo fangoso o sabbioso per permettere il letargo con le nostre temperature abbastanza rigide, (ricordandosi di rompere l’ eventuale ghiaccio di superficie). Tale laghetto deve essere provvisto di tronchi che emergono dall’ acqua per il basking e di argini non troppo ripidi per permettere alle tartarughe di uscire dall’ acqua agevolmente o sostare in acque meno profonde. Deve essere dotato di una ampia zona di sabbia e terriccio opportunamente inumidita per una eventuale deposizione delle uova. E’ importante che sia in una posizione soleggiata tutto il giorno con delle zone d’ ombra per la corretta termoregolazione della tartaruga secondo le sue esigenze e necessità. Per evitare eventuali fughe e’ bene che sia recintato per almeno 50 cm o più in altezza e ulteriori 30 cm sotto terra visto che sono sia buone scalatrici che scavatrici. Se si rispettano queste condizioni mantenerle all’ aperto sarà la soluzione migliore.

INTERNO – è possibile mantenerle anche in casa in un acquaterrario opportunamente attrezzato di dimensioni minime pari a 100 cm x 50 cm considerando una tartaruga adulta. Il livello dell’ acqua deve permettere alla tartaruga di respirare tenendo le zampe posteriori ancorate a terra. Considerando che sono ottime nuotatrici è possibile innalzare il livello dell’ acqua fornendo però degli appigli o delle zone di sosta meno profonde.
Temperature dell’ acqua comprese tra i 23 e i 27 gradi centigradi. Al di sotto del valore minimo tollerabile (intorno ai 20 gradi) iniziano a manifestare rallentamento del metabolismo, inappetenza e apatia: una situazione dannosa per la loro salute. Nell’acquaterrario occorre prevedere un’area emersa costituita da sassi non taglienti o tronchi (ottime le radici di mangrovia) e una superficie estesa pari almeno al 30% della superficie acquatica.
L’ area emersa deve essere dotata di un neon UVB (essenziale) con valore minimo del 5% acceso dalle 10 alle 12 ore e posto a distanza massima di 30 cm e di una lampadina tipo spot in grado di riscaldarne un punto innalzando la temperatura fino a 30-31 gradi centigradi necessari alla loro termoregolazione, creando in questo modo un gradiente di temperatura.

scripta-centerzoo-como

ALIMENTAZIONE
La tartaruga SCRPTA è una specie onnivora, trae il necessario apporto nutritivo da molti alimenti per cui è necessario che la dieta sia estremamente varia ed equilibrata. Da giovani sono quasi completamente carnivore variando saltuariamente con cibo di origine vegetale, mentre da adulte la ercentuale di cibo vegetale tende ad aumentare. In natura si nutrono di tutto ciò che capita nei loro paraggi: pesci, insetti, molluschi, vermi, piccoli mammiferi, girini, anfibi, arogne, feci, alghe, piante acquatiche e piante sommerse.

In cattività l’alimentazione deve essere estremamente varia. Gli individui giovani necessitano di una frequenza di alimentazione giornaliera con un giorno di digiuno, gli adulti possono tranquillamente essere alimentati ogni 3 giorni visto i loro tempi digestivi di gran lunga più lenti dei giovani. Le Trachemys scripta scripta possono seguire una dieta a base di pesce d’ acqua dolce (alborelle, acquadelle, trota ecc..), integrado con altri alimenti ben accetti: insetti (grilli, lombrichi, cavallette, camole della farina…), girini, piccoli invertebrati (chiocciole con guscio molto ricco di calcio) e cibi vegetali (tarassaco, cicoria selvatica, rucola, radicchio, lenticchie acquatiche, piante acquatiche di ogni tipo, ecc…). La parte vegetale può costituire un buon 20% della dieta dei giovani fino ad arrivare a 50% o più negli adulti. Si consiglia di somministrare con parsimonia frutta e carni bianche e rosse. Ogni tanto possono essere somministrati cibi in pellet di ottima marca ma senza abusarne (massimo 30% dell’ alimentazione).

Consigliabile lasciare sempre a disposizione un osso di seppia per fornire il calcio necessario o spolverare il cibo con del carbonato di calcio. Si ricorda che ogni alimento ha i suoi pro e i suoi contro per cui e’ necessario che la dieta sia estremamente varia per non incorrere a carenze di qualsiasi tipo. Eventuali integrazioni vitaminiche sono da fare sotto consiglio e indicazione di un veterinario esperto in rettili, dopo averlo messo al corrente della specie allevata e della dieta.

scripta-centerzoo-como2

DA CENTERZOO LA TARTARUGA SCRIPTA A SOLI 15 € cadauna!!!

FONTE: www.tartaclubitalia.it

 

 

 

Related Posts

Leave A Comment